WB: impostare la temperatura di colore

    Molte delle macchine fotografiche digitali in commercio permettono oggi di impostare una specifica temperatura di colore per il bilanciamento del bianco. Questa opzione permette di ottenere un WB molto preciso se sono verificate alcune condizioni. Iniziamo con il capire che cosa significa dal punto di vista delle impostazione su macchina questa opzione.
Inserendo una specifica temperatura si sta chiedendo alla macchina fotografica di applicare proprio quei gradi Kelvin sul bilanciamento del bianco della foto che stiamo per fare. Ad esempio possiamo decidere di applicare un WB di 5200°K o ancora di 3200°K o ancora di 6400°K. 

Quando impostiamo un valore, come ad esempio 5250°K dobbiamo essere certi che la luce che stiamo fotografando abbia VERAMENTE quella temperatura.  Di solito non è facile azzeccarci al 100%, ma questa opzione di regolazione del WB, permette di avvicinarsi in maniera molto interessante alla luce che si ha a disposizione ed inoltre permette di scendere sotto il WB Incandescenza e salire sopra il WB Ombra, andando anche oltre il range gestito dal WB AUTO.

Le condizioni di luce non sono mai note al 100% e neanche in studio, dove i flash hanno una temperatura di colore dichiarata dal costruttore, ci può essere sempre una variabilità che non permette di impostare con assoluta precisione i gradi Kelvin della scena.

In situazioni in cui non si può controllare agevolmente la luce ambiente, ad esempio se siamo all'aperto, risulta essere un po' più scomodo applicare un WB con la temperatura di colore, dal momento che non possiamo essere sicuri al 100% di che luce abbiamo. Se ad esempio ci troviamo a scattare all'aperto, in una giornata di sole pieno con cielo sereno, facciamo sicuramente meglio ad impostare il WB sul valore preimpostato "Sole" piuttosto che andare a cercare quella temperatura di colore corrispondente.
Bisogna però anche dire che il fotografo può tranquillamente procedere per approssimazioni, fino a trovare quell'impostazione di WB tale per cui ci sia il risultato che meglio lo soddisfa. In alcuni casi, come ad esempio quello descritto di contesto soleggiato, si può anche mettere come valore per il WB anche 5500°K (o il più simile a disposizione).
Non si può dire cosa sia meglio o cosa sia peggio, nel senso che ognuno può trovare la propria soluzione preferita in base alle abitudini e al modo di intendere la fotografia. Si sappia che questa è un'altra possibilità, che permette di fare delle regolazioni anche molto fini del WB.

Con un piccolo sforzo di memoria infatti è possibile ricordarsi quali sono le temperature campione (dovrebbero essere indicate sul manuale della propria macchina fotografica) per i valori di WB preimpostati (ad esepio Incandescenza o Sole o Ombra ecc ecc) ed eventualmente, se non si è soddisfatti, lavorare correggendo di fino intorno a quel valore, impostando un WB tamite la temperatura in Kelvin.

A che cosa può allora servire questo strumento? Se si usa una macchina fotografica con WB AUTO, potrebbe verificarsi il caso in cui i colori che questa restituisce non ci aggradino e allora, conoscendo dei valori standard della scala Kelvin, si può decidere di lavorare scegliendo noi la temperatura di colore per le scene che si hanno davanti. Ad esempio per il sole siamo tra i 5.000°K ed i 5.250°K a seconda delle condizioni specifiche (es molto dipende dalla latitudine). Se quindi sappiamo di essere in una giornata di sole e vediamo che il WB AUTO non ci sta dando soddisfazione, ad esempio restituendo delle foto troppo calde, possiamo decidere noi di usare una temperatura di colore specifica.
Generalmente io uso il WB AUTO, però non nascondo che spesso tendo ad impostare la temperatura di colore, proprio per avere l'effetto che voglio io. Spesso nei notturni può aiutare molto questa scelta, ma in ogni caso bisogna sempre ricordare che si hanno a disposizione gli istogrammi RGB (dove presenti sulle macchine fotografiche), da cui possiamo capire com'è la situazione delle dominanti in rapporto al WB impostato (AUTO, Programma o gradi °K).

Nessun commento:

Posta un commento