Cronaca di una vacanza: ecco cosa NON fare

La scena è la seguente, io sono un fotoamatore dilettante, sto in vacanza al mare con mia moglie, i due bimbi, il cane. La macchina l'ho caricata talmente tanto che quasi scoppia, nonostante infatti la 7 posti, non c'è posto per uno spillo. Mi ero comprato a Natale una bella reflex entry level, facciamo conto una Nikon D3200, con un'ottica come il 18-105 che mi permette di divertirmi un bel po'. Ovviamente non vedo l'ora di arrivare sulla spiaggia e fare un mare, scusate il gioco di parole, di foto. Ah ovviamente con me c'è anche una nuovissima e fiammante scheda di memoria da 32GB, perché questa volta non mi ferma nessuno!!

Dopo un viaggio da emigrante, arrivo al luogo di villeggiatura. CALDO, 37°C, perché "l'aveva detto la radio", ma chi se ne frega, io sono qui per la vacanza e FINALMENTE per fare le foto! E' stata chiusa dentro l'armadio per un anno sta macchina fotografica, adesso la uso!
Non c'è una nuvola in cielo, tutto azzurro come i puffi, giornate limpide e io sono pronto.

Il primo giorno arrivo in spiaggia con una borsa termica da settordici litri, ombrellone, Fido al guinzaglio, due borse. I bimbi portano il canotto, mia moglie un'altra borsa. Più che per andare a fare il bagno, sembriamo degli sfrattati. Ah ovviamente con me, c'è una fiammante reflex, pronta a scattare.
Pianto l'ombrellone facendo funamboliche evoluzioni, alla fine riesce ad entrare, lego Fido, stendo gli asciugamani, metto all'ombra la borsa termica che come un fesso avevo lasciato al sole, metti a posto le magliette dei bimbi, raccomandagli che quando non sentono più le dita è ora di uscire dall'acqua, spogliati, sistemati, litiga con quella vicino di ombrellone che ha paura del cane, allora sposta Fido, nel frattempo ti viene sete perché fanno 40°C, tua moglie sta sdraiata sull'asciugamano a leggere dei calciatori e delle veline, stendi il tuo asciugamano, ti siedi, ma non hai visto che c'era sotto un sasso, allora ti rialzi, levi l'asciugamano, cerchi il sasso che nel frattempo sembra sparito, lo trovi imprecando, lo lanci in acqua a 27km dalla costa che neanche alle Olimpiadi fanno sti lanci, riprendi l'asciugamano, lo stendi, ti siedi e.... FINALMENTE è vacanza!!!!!
Ok, mi rilasso 5 minuti e poi mi metto a fare due foto ai bimbi, pensi dentro di te. Ti addormenti e resusciti a mezzogiorno. Apri gli occhi e la spiaggia è diventata più affollata della Metro, i tuoi figli sono delle voci remote. Tua moglie è in acqua coi bimbi, Fido è l'unico che sta con te. Ma.... ma adesso che sei finalmente solo puoi tirare fuori la tua reflex e scattare. Ripensi a tutto quello che hai letto, studiato e pensato, nelle vene ti scorre la teoria, sei pronto per scattare. Ti alzi e decidi di andare verso la spiaggia. Primo passo e USTIONE sotto al piede, la sabbia è a 1000°C, e allora inizi a ballare il flamenco per arrivare alla sabbia bagnata vicino al mare. Ci arrivi disperato, con la reflex in mano, sudato, stanco, ma con voglia di fare foto. E' sempre mezzogiorno, il sole è violentemente duro, non ci sono nuvole... Come un pistolero accendi la tua D3200, levi il tappo al 18-105 e inquadri. La prima foto è a 18, poi la seconda, identica, a 35, poi a 50, poi a 105. Che è cambiato? Niente, ma "fatemi scaldare"
Ti accorgi che sei in AUTO e pensi, ma si dai, fammici prendere la mano e poi da domani giuro che lavoro a priorità di diaframmi eh. Vai avanti per mezz'ora, la reflex è bollente, le foto non hanno ombre, c'è un riflesso dell'acqua spaventoso, ma adesso tocca a te. Scatti a ripetizione e mentre lo fai vedi i tuoi bambini che si divertono e riprendi, bene o male le loro espressioni.
Sfinito torni all'ombrellone. Le prime 500 foto in mezz'ora sono state fatte. E dai che la mia media è spettacolare, 1000 foto all'ora!! Ma menomale che ho la memoria da 32GB... 
Le foto le hai fatte tutte tra 18mm e 35mm, eh si perché "meglio scattare col grandangolare" così non mi perdo nulla. Tanto le digitali mica le paghi per lo sviluppo, ne faccio tante, anche doppie che tanto poi scelgo la meglio.
Sei entusiasta, finalmente cazzo la tua D3200 è scesa in campo. Cannavaro che alzò la coppa nel 2006 è un dilettante in confronto a te. Quest'anno non sarai l'unico del tuo ufficio ad avere le foto con la compattina, sto giro la reflex ce l'hai pure te e visto che "una reflex le foto le fa meglio della compatta", farai vedere ai tuoi colleghi CHI SEI VERAMENTE!

Non si sa come, ma torni a casa e dopo pranzo a casa scatta l'autoincensamento. Adesso mi metto sul letto a riposare e guardo le foto che ho scattato. Ti metti sul letto, dopo 30 secondi sei invado dalle zanzare, il lenzuolo è già sudato, ma sti cavoli, IO ho fatto le foto con la reflex!! Le guardi e sta volta ti piacciono. Vaffanbene alla compatta, QUESTE SONO FOTO CAZZAROLA! Si vede proprio la differenza, guarda che dettagli, che colori, eh... ma come pretendevo di fare certe foto con una compatta... Queste sì che sono foto!
Tutto tronfio ti appisoli pensando alle foto che hai fatto e che farai. In pomeriggio esci, coi bimbi, moglie e Fido e in giro un click qua, un click là. Sì, lascio sempre in AUTO, fatemici prendere la mano e domani metto a priorità di diaframmi, come ho letto su Ale Photography Blog...

Arriva la sera e ti trovi sulla spiaggia al tramonto. Eh sì perché ci vuoi andare a fare quella foto che la compatta non ti avrebbe mai fatto, adesso ti senti sicuro, hai una reflex... Non c'è nessuno sulla spiaggia, sono tutti a mangiare. Ombrelloni chiusi, spiaggia vuota, ma cavolo c'è il tramonto. Allora metti l'orizzonte al centro (ma si non schieriamoci, meglio non rischiare) esponi e ti viene una foto così sottoesposta, ma così vuota, ma così brutta... ma per te non è così. Ah cazzarola, FINALMENTE ANCHE IO POSSO FARE UNA FOTO AL TRAMONTO! Guardate tutti, branco de schiappe, IO ho fatto la foto al tramonto. Sì, sempre in AUTO, ma perché ci voglio prendere la mano, ma da domani passo a priorità di diaframmi...

Vai a letto dormendo praticamente sulle nuvole. 2500 foto in un giorno e l'indicatore ti segnala che hai posto per altre 10.000... Domani sarà un'altra gloriosa giornata!!

Ci siamo, sei sulla stessa spiaggia di ieri, bimbi in acqua, cane legato, reflex al collo, vai verso le nuove foto di oggi. Sei di nuovo a riva, e rifai le stesse identiche foto di ieri. Sono 800 sta volta, sono sempre i bimbi e qualche inutile panorama del mare davanti a te (tremendamente vuoto e con un sole che ci si riflette sopra in modo anche violento). Ops, hai lasciato AUTO, te ne accorgi adesso per caso. Ah ok, allora aspetta che metto su priorità di diaframmi. Scatti la prima, perfetta, la seconda perfetta e così le altre, che sono identiche a quella AUTO. Ma allora la macchinetta le foto le fa proprio bene!!! Ok, però adesso che ci penso avevo letto di un grafico, come si chiamava? Cristogramma mi pare, o Fistogramma, o una cosa del genere. Ma che voleva dire? Ah sì, che la foto non deve avare sto grafico, a prescindere da come si chiama, troppo a sinistra. Porca miseria, com'è che si faceva per spostare l'istogramma a destra? Mannaggia eppure l'avevo letto, mi pare ci fosse un comando.... Allora stai là a pensare, ripensare, e pensare, in due giorni non ti sei fatto mai il bagno perché devi stare a fare foto e visto che fa caldo e non ti ricordi... ma sai che ti dico??? Io rimetto su AUTO, tanto le foto la macchinetta le fa bene...
Recuperi subito il tempo perso facendo altre 200 foto tutte uguali a quelle precedenti. La sera altro tramonto, dopo che ovviamente in pomeriggio ti sei rivisto con orgoglio le tue foto odierne.

La storia si ripete per tutta la settimana, torni a casa con 8500 foto, tutto fiero di un numero così alto. Eh sì perché tanto non si pagano, sai che me ne frega e poi, detto tra noi, meglio una foto in più, per essere sicuri di non essersi persi niente no???

Torni a casa, triste per la fine delle vacanze, ma devi scaricare le foto sul pc!! Allora decidi di organizzare una cena a casa tua, con gli amici, per "fargli vedere le foto delle vacanze". Poveracci quelli ci cascano, vengono da te che direttamente sul tavolo hai messo, oltre ai piatti e ai bicchieri, anche la reflex. Non sia mai stia da sola... dopo una settimana passata insieme, non vorrei soffrisse di solitudine... Mangi come un aspirapolvere, perché non vedi l'ora di far vedere le tue foto. Arrivano le 22:00 e finalmente, avete finito a tavola. Adesso maschio bipede del genere umano, TOCCA A TE!
I tifosi prendono posto, richiami i bambini che devono assistere al trionfo del padre, Fido per la prima volta può stare dentro casa con voi, tua moglie porta da bere, mentre il gelato viene tirato fuori dal freezer, così si ammorbidisce un po'.

PARTE LA PRESENTAZIONE. L'indicatore dice 1/8500. Hai messo un tempo di 10 secondi a foto nella transizione automatica, così che l'apprezzino per bene, perché nessuno deve permettersi di guardare con superficialità le tue foto!!! Non pensi che ci vorranno 85000 secondi per guardarle tutte, ovvero quasi 24 ore di proiezione... Parti con le prime, che sono anche le peggiori, perché "col tempo c'hai preso la mano". Alla foto numero 100 iniziano le prime scuse e senti un tuo amico che dice: "Vado un attimo in bagno". Tornerà dopo 15 minuti senza lasciare alcun olezzo... aveva solo bisogno di fuggire un attimo. Torna in sala e per lui si è MAGICAMENTE liberato il posto centrale, il migliore... si siede sbuffando leggermente e consapevole della prossima tortura. Menomale che avevi messo in pausa mentre era in bagno, così avete preso il gelato e non si è perso niente... Quando glielo dici gli esce quel tipico "Ah grazie" mascherato da "vaffanculo" che solo un amico ti sa regalare.
Si fanno le 23:50, siete alla sera del primo giorno. Con gli occhi socchiusi che neanche 20 canne avrebbero mai generato, i tuoi amici dicono che "si è fatto tardi, noi dobbiamo andare". E tu:"Ma come, siamo solo al primo giorno!!" e lui:"Eh ho capito ma sai domani mi devo alzare presto, ho deciso di darmi alla pesca e comincio PROPRIO DOMANI!". 
Per te non importa, non c'è problema, hai fatto vedere:
a) la tua potenza di fuoco, in 2 ore di proiezione non siamo arrivati neanche al secondo giorno
b) il prodigio dei tuoi mezzi usati in automatico, elogiando i particolari di ogni foto

La prossima tappa saranno i colleghi di ufficio, ma per ora va bene così! 

La tua D3200 torna nella borsa, accompagnata da tutti i buoni principi. "Ahò questa volta però la userò eh, non la tirerò fuori solo a Natale". Allora la metti in un posto facilmente raggiungibile, non si sa mai che la devo prendere al volo. La litigata con tua moglie è inevitabile  infatti lei, molto più realisticamente di te, ti dice:"Ma che la lasci in mezzo a fare?? Dici sempre che la usi e poi non lo fai mai. Fammici mettere la cesta coi panni da stirare qua!!".
Eh poveretta non ti capisce, non sa che per te sarà diverso questa volta, adesso sì che la userai e anzi, vista la buona esperienza estiva, vuoi vedere se magari è il caso di cambiarla e inizi a vedere siti con i prezzi, leggi sui forum come va il modello superiore e ci pensi su... magari per questo Natale...

Il tempo passa, è Ottobre, la reflex non ha visto più un raggio di sole come i prosciutti a stagionare in cantina., ma c'è una grande occasione. E' il compleanno di tuo nipote che fa 2 anni. Ci pensi un attimo e tra e te e te dici:"Beh si potrei portare la reflex, ma tanto che non ci sarà qualcuno che ce l'ha là? Vabbè dai, semmai faccio due foto col telefono, che ha 10 Megapixel, e gliela mando."

Arriva l'estate dell'anno successivo. La D3200 l'hai venduta perché a Natale ti sei reso conto che una reflex di categoria superiore ti serviva. Eh sì perché hai letto su molti forum che è meglio della tua, e se proprio devo fare foto una volta l'anno, beh voglio che sia al top la cosa. Torni sulla stessa spiaggia, la teoria scorre sempre nelle tue vene e hai rotto le palle a tutti raccontandola a chi chiedeva qualcosa di fotografia, perché quegli 8500 scatti ti hanno dati i gradi di "esperto di fotografia" e tanti tuoi amici sono venuti nel corso dell'anno a chiederti lumi, specie dopo il nuovo acquisto, con cui cazzo se hai fatto capire al mondo che te ne sai qualcosa!!
Sei sempre al mare a mezzogiorno, i tuoi bimbi hanno un anno di più, rifai le stesse 8500 foto e torturerai nuovamente i tuoi amici...

E voi gente, dopo che avete letto questa piccola scenetta, cercate di usare il cervello ed evitate di fare TUTTO QUELLO CHE HO SCRITTO...

Nessun commento:

Posta un commento